Giardino di Ninfa e Parco Naturale di Pantanello

 

Comune

Cisterna di Latina,

Indirizzo

Giardino di Ninfa, Doganella di Ninfa, Via Provinciale Ninfina 68, 04012 Cisterna di Latina

Giorni e Orari di apertura

Visitare il sito: https://www.giardinodininfa.eu/

Servizi

Il Giardino di Ninfa e il parco naturale di Pantanello

Possono essere visitati solo esclusivamente attraverso visite guidate

La città di Ninfa era collocata in un luogo strategico, in quanto era al crocevia della Pedemontana che fino alla bonifica integrale della Pianura Pontina rappresentava l’unica di via sicura di passaggio nella zona. Feudo delle famiglie dei Tuscolo, dei Frangipane e in fine dei Caetani, la città nel tardo medioevo divenne una delle più importanti roccaforti dell’intera regione di Campagna e Marittima. Nel 1382 la città venne distrutta e saccheggiata dalle milizie di Onorato Caetani appartenente ad un altro ramo della famiglia Caetani.  

Nel XVI secolo Francesco da Volterra progettò, su indicazioni di Nicolò III Caetani, un giardino delimitato da mura. Dopo qualche tempo il giardino venne abbandonato. Solo alla fine dell’ottocento Ada Bootle Wilbraham moglie di Onorato Caetani, assieme ai suoi figli Roffredo e Gelasio, riprese la costruzione del giardino di Ninfa.

Il Parco Naturale di Pantanello è un’area di circa cento ettari dove si ha avuto un’opera di rinaturalizzazione con l’obiettivo di ricostruire gli ambienti umidi che erano stati cancellati dalle opere di bonifica integrale. All’interno  del parco sono presenti sei stagni palustri, dove è stata reintrodotta la flora autoctona come lecci, sughere, roverelle, pioppi, salici, olmi, sambuchi. In questo modo Pantanello è divenuta meta per le specie migratorie dell’avifauna.